06 Ott

Come insegnare a raggiungere un obbiettivo

Dopo il salto trovate un articolo che sottolinea i processi di apprendimento nei bambini e di quale sia l’influenza dell’esempio portato da un adulto. Si tratta di un vero e proprio sistema che, se appreso durante l’infanzia (ma lo estenderei anche all’adolescenza), si imprime nel bambino diventando bagaglio personale per la vita.

Alla luce di queste ricerche, diventa evidente quale sia l’attenzione necessaria per gli educatori (Sensei e Sempai) anche nel nostro campo:  dare un corretto esempio a partire da una pratica attiva, caratterizzata da un lavoro che nel giusto tempo porta al risultato. Diventa quindi inutile presentare ad un allievo un esercizio come banale solo perchè riesce ad un avanzato. Più formativo è fornire un percorso per arrivare ad un obbiettivo, magari migliorabile nel tempo.

Buona lettura!

Come insegnare a raggiungere un obiettivo

Per chi volesse leggere l’originale in inglese, lo trova qui

Condividi
Facebooktwittergoogle_pluspinteresttumblrmail
31 Mag

Naho Kawamura vince i campionati femminili del Kanto

Pochi giorni fa Naho Kawamura si è imposta in uno dei tornei più impegnativi a livello universtario: i campionati studenteschi per l’area del Kanto (Tokyo) che vede la partecipazione di alcune delle più rinomate e agguerrite università del Giappone.

La notizia ci rende particolarmente felici ed orgogliosi perchè la giovanissima studente (21 anni) ha fatto parte delle spedizione dell’università Waseda a Firenze questo inverno. In quell’occasione abbiamo potuto osservare sia l’ottima esecuzione degli esercizi fondamentali quanto la capacità di imporsi durante i combattimenti arbitrati da parte di tutte e cinque le ragazze.

Da sinistra: Naho, Nana, Yuki, Akane e Maki

Per arrivare a vincere la finale, Naho ha dovuto superare ben 9 avversarie, incluse rappresentanti della Tsukuba, del Kokushikan e altre università specializzate nel Kendo. Per raggiungere questo splendido risultato la tecnica da lei più utilizzata è stata…. Men! Una tecnica base, diretta e pulita ma utilizzata con energia ed al momento giusto. Particolare interessante questo in tempi in cui si praticano molte tecniche specifiche per Shiai pensando che la tecnica regina sia troppo rischiosa. Naho invece è arrivata ad imporsi senza concedere neanche un Ippon alle proprie avversarie!

Il torneo universitario del Kanto

All’inizio della sua carriera nella Waseda, Naho non era fra le Kendoka più in vista ma con un buon lavoro e i giusti suggerimenti anche da parte del nostro Yokoyama Norio, è lentamente diventata uno dei riferimenti prima dell’università e adesso dell’intera area del Kanto.

La premiazione

A luglio la vedremo impegnata nei campionati femminili assoluti giapponesi. Indipendentemente dal risultato però, per noi è già campionessa.

Brava Naho!

 

(foto per gentile concessione della Waseda Sports)

Condividi
Facebooktwittergoogle_pluspinteresttumblrmail
24 Gen

L’università Waseda a Firenze

Quest’anno siamo felici di poter nuovamente ospitare a Firenze una delegazione della prestigiosa università Waseda di Tōkyō, guidata da un suo ex-studente, il nostro Norio Yokoyama, Kyoshi.

A differenza degli anni scorsi, il gruppo è composto solamente da studentesse agli ultimi anni di facoltà. Il periodo sarà in tutto di ben 10 giorni con arrivo il 10 Febbraio e partenza il 20. Durante l’intero periodo praticheremo insieme: restate sintonizzati per i dettagli.

Inoltre, grazie a questa formazione inedita del gruppo, sabato 18 Febbraio si svolgerà all’interno del Progetto di Sviluppo Femminile una pratica aperta alle sole donne tesserate CIK.

La domenica seguente ci sarà un Keiko aperto a tutti che vedrà anche una dimostrazione dei sistemi di pratica all’interno della università Waseda.

Questa è un’occasione particolarmente indicata ai ragazzi oltre che a chiunque voglia misurarsi con Kenshi giovani ma con un già ampio bagaglio di esperienza.

Qui di seguito la composizione della squadra:

Nana Yoshioka 21 anni 4 Dan

Yuki Kawakami 22 anni 4 Dan

Akane Kawasaki 20 anni 3 Dan

Naho Kawamura 21 anni 3 Dan

Maki Sugimura 20 anni 3 Dan

 

WEEK END 18-19 FEBBRAIO

Sabato 18/02 10-13 14.30-17 Evento Federale Riservato tesserate CIK

Domenica 19/02 10-13 Keiko aperto Pratica aperta a tutti. 10 €

LUOGO

Impianto Sportivo di S. Marcellino

Via Chiantigiana 28

50126 Firenze

Mappa

Condividi
Facebooktwittergoogle_pluspinteresttumblrmail
21 Set

Per invecchiare bene serve esercizio

Qui di seguito un interessante articolo del giornalista statunitense Gerald Marzorati pubblicato sul New York Times con il titolo Better aging through practice, practice, practice. La traduzione in italiano è stata pubblicata sul numero 1163 di Internazionale.

Oltre alle evidenti analogie con la nostra disciplina (a partire dal titolo in inglese con il famoso Keiko, Keiko, Keiko di Inoue-sensei), la sensazione che si evince dalla lettura è di come il Kendo possa fornire proprio quegli elementi spirituali e sociali che normalmente sono preclusi agli sport.

Inoltre Marzorati ci dà un’interessante prospettiva sul processo di crescita ed invecchiamento personali, utile a qualsiasi età.

Buona lettura!

Tennis

Per chi volesse leggere l’originale in inglese, lo trova qui

 

Condividi
Facebooktwittergoogle_pluspinteresttumblrmail
29 Ago

Bedollo 2016: le cose belle finiscono troppo in fretta

È finita ieri la settima edizione del Bu Toku Mu Kyo. Cinque giorni di fitti allenamenti sotto l’eccezionale guida dei maestri Tani, Hichiwa e Neghishi.
Un seminario che ogni volta segna sia tecnicamente che umanamente chi vi partecipa grazie all’impegno ed alla concentrazione costante mantenuta per quello che, in Italia, è un ritmo di pratica intenso.
Ogni kendoka tornato a casa ieri sera non potrà dimenticare questa esperienza: i consigli ricevuti, i molti jigeiko, le tecniche migliorate, ma anche nuove e vecchie amicizie che si ritrovano tra diversi paesi, la goliardia delle serate, l’aria fresca delle montagne.
Non possiamo che ringraziare i sensei, la supervisione del maestro Yokoyama e di Livio Lancini, i traduttori – specialmente Dado Brivio, tutte le persone che hanno collaborato per la buona riuscita di questo evento e tutti coloro che vi hanno partecipato rendendolo indimenticabile.
Auguriamo a tutti un buon rientro nella frenesia della quotidianità del lavoro e degli impegni che affrontiamo diversamente anche grazie al Kendo.
Vi aspettiamo nel 2017 dal 16 al 20 Agosto, segnate sul calendario!
____________________________________________
Good time goes by much too fast

This year’s edition of the BuTokuMuKyo summer camp is finally over.
Five days of intence practice under the splendid leadership of Tani-, Hichiwa- and Negishi-sensei.
This seminar leaves both a technical and human mark within all partecipants thanks to constant effort and concentration on a high pace for westeners.

Every Kenshi coming back home yesterday evening will not easily forget this experience. Precious advices, countless Jigeiko, old and new friends from all over, a great time in a fresh mountain location: thanks to the Sensei, the assistance of Livio Lancini, the supervision of Norio Yokoyama, the translation of Dado Brivio, the work of all the staff and over all the partecipation and efforts of all members, we made it unforgettable.

With these thoughts, we wish a good season-start within your family, job and everyday’s life and look forward to see you next year.
August 16-20, 2017: note this date on your Kendo-schedule!

Bedollo 2016 - 264

Condividi
Facebooktwittergoogle_pluspinteresttumblrmail